mercoledì 8 aprile 2015

Treccia Brioche con Farina Integrale alla Marmellata di Arance e Vaniglia


Ciao a tutti!! Passate bene le feste??
Noi si, un po' perseguitati, io più che altro, dalla sfiga ma sembra che il suo corso si sia esaurito tra Sabato e Domenica!!
Avrei voluto postare ed avevo in programma una ricetta salata per oggi, in realtà una piccola idea per cucinare gli asparagi che con somma fatica abbiamo raccolto, ma il destino si è accanito contro di me e quindi ribeccatevi un dolce!!
Venerdì siamo andati per asparagi ed ortiche, super bottino ma adesso vi racconto cosa caspita mi è successo!!
E' iniziato tutto Sabato dopo la cottura della brioche, quella è stata l' ultima cosa dritta della giornata!!
Poi decido di darmi una sistemata alle sopracciglia per l' evento social di Pasqua e mi siedo sul coperchio del bagno, è vicino alla finestra ed ho luce, si smonta, si vede mi ci sono seduta storta, ok, chiama il marito che riesce a riparare il tutto.
Poi decido di cucinare per pranzo gli asparagi, volevo fare la piadina (ovviamente home made) con le uova strapazzate, gli asparagi e i fagioli neri, ok, pulisco gli asparagi sul bancone della cucina, faccio per prendere la pentola per sbollentarli e mi cade un coperchio di vetro che letteralmente esplode sotto il mio naso, c' erano un po' di pezzi più grossi ma il resto era polvere di vetro ed era ovunque, si è davvero disintegrato, cosa facevo, pulivo gli asparagi dalla polvere di vetro?? Li ho buttati con un nervoso addosso che avrei schiacciato di nuovo l' ordigno fine di mondo!!
Ok, passato a stento il nervoso galattico dopo avere pulito tutta la cucina dai corpuscoli micidiali e dopo aver pranzato con una cosa di ripiego mi stendo sul divano e accendo il computer, dopo un po' decido di muovermi per fare qualcosa ma il venticello fresco del giorno prima mi ha fregata, un dolore pazzesco al collo, bloccatissima, e dovevamo andare a Riva Trigoso a fare il tramonto!!! Non sia mai che non si vada, crema, collo di lana, pranzo al sacco, macchina del marito perché io non potevo guidare, non potevo proprio girare il collo, e vai a fotografare, tramontone??? No, una chiavica, torna a casa con solo una foto buona e il collo ancora più incriccato, no perché le posizioni del fotografo sono perfette per il torcicollo sapete??
Il giorno dopo però la scia di sfiga non mi si stacca di dosso perché dopo il lauto pranzo dai parenti che abitano a due passi da Riva, decidiamo di riprovare il tramonto, andiamo di nuovo dallo scoglio, giro mezz' ora perché non trovo la dannata composizione che mi piace, finalmente la trovo, amor, io mi metto qui, finalmente ho trovato la compo!!! Sistema tutto, metti il filtro big stopper per fare il mare setoso, 3 minuti di esposizione, prepara il telecomando, il cellulare con il cronometro, nel frattempo il moto ondoso era aumentato e la mia non era una posizione safe, ma non me ne sono accorta, ero troppo impegnata, ok, ci sono, scatto, faccio partire il cronometro, intanto controllo che l' oculare sia chiuso, che tutto sia a posto, ondata in piena faccia, ero scolaaaaaa!!! Capelli bagnati, giacca fradicia, jeans bagnati, macchina fotografica, cellulare e zainetto per fortuna chiuso inondati!!! Ma nooooooo!!!
Ok, mi sono asciugata il grosso di dosso, ho pulito tutto, mi sono fumata una sigaretta, altrimenti mi sarei mangiata una pietra dallo scazzo, e ho continuato in una posizione un po' più safe, tanto ormai la frittata era fatta e per fortuna due belle foto sono uscite, anche se il tramonto era chiavica pure quello!!
Poi per fortuna l' onda di sfiga si è calmata, deve aver appagato la sua sete di casini e deve avermi abbandonata, perché poi è filato tutto liscio, a parte gli strascichi di arrivare a casa alle 9 passate e dover smontare completamente il cavalletto per pulirlo ed oliarlo in ogni sua parte, non si può lasciargli addosso l' acqua di mare, mannaggia a lei che gli è saltata sopra!!!
Ad ogni modo il mattino dopo mi sono consolata con una fetta di questo dolce meraviglioso, scampato non si sa come alla sfiga galattica del we!!

180 g di farina 00
50 g di farina di tipo 1 ( io Petra 1)
50 g di farina integrale (io petra 9)
100 g di latte
mezza stecca di vaniglia
80 g di burro
1 uovo
100 g di pasta madre al raddoppio dopo il rinfresco
90 g di zucchero di canna
1 pizzico di sale
marmellata di arance e vaniglia

Ho rinfrescato la pasta madre a metà mattina per averla pronta verso le 4 di pomeriggio, in modo da fare la prima lievitazione fino alle 23,00 e poi la seconda durante la notte.

Scaldate il latte con la stecca di vaniglia e lasciatela in infusione fino a che il latte non è tiepido.
Sciogliete la pasta madre nella planetaria con il latte a cui avrete tolto la stecca, aggiungete le farine setacciate, l' uovo e lo zucchero, lavorate con il gancio K fino a che l' impasto non sta insieme, aggiungete il sale e mettete il gancio. Aggiungete il burro morbido un pezzetto per volta lavorando a velocità medio-bassa, portate poi l' impasto ad incordatura alternando velocità media e più veloce e ribaltando l' impasto nella ciotola almeno un paio di volte.
Una volta incordato, fate la prova del velo tirando un pezzetto di impasto, trasferitelo in una ciotola coperto da pellicola e mettetelo in forno con la luce accesa per circa 6 ore, dopo 1 ora e poi dopo un' altra ora ho fatto due giri di pieghe a 3.

Alle 23,30 sono passata alla formatura, l' impasto sarà bello gonfio, sgonfiatelo delicatamente e stendetelo a rettangolo, tagliate tre strisce che spalmerete di marmellata, le arrotolerete su loro stesse sigillando bene i bordi ed il lato lungo. Formate la treccia con i tre salsicciotti e ponetela in uno stampo da plumcake abbastanza alto, potete imburrarlo o rivestirlo di carta da forno. Ricoprite lo stampo di pellicola, sigillatelo bene e mettetelo in forno spento per tutta la notte, il mio dolce dopo 8 ore era pronto per essere cotto!!
Toglietelo dal forno e accendete quest' ultimo a 180°, spennellate la superficie della brioche con il latte e quando il forno è in temperatura mettetelo a cuocere nel ripiano sotto quello centrale per 30-35 minuti.
A cottura ultimata lasciatelo raffreddare bene prima di tagliarlo, ma sarà dura resistere!!!

La marmellata di arance, arrivate direttamente dall' albero dei suoceri, l' ho fatta seguendo alla lettera il procedimento di Emmettì, ho solo aggiunto dall' inizio mezza stecca di vaniglia per un chilo tra frutta e scorze, gli ha dato un aroma stupendo, meravigliosa, ne ha ammorbidito la nota amarognola, che comunque è molto delicata, e ne ha completato egregiamente il sapore!!




Una brioche sofficissima e gustosa, dolce e burrosa al punto giusto ed aromatica grazie alla marmellata speciale!! Di solito appena si fredda ne taglio a fette metà e lo congelo per le colazioni della settimana e il resto lo conservo in un sacchetto per alimenti ben chiuso, ecco, stamattina l' ultima fetta era ancora perfetta, da Sabato, pazzesco!!

Con questo dolce partecipo alla raccolta Panissimo di Aprile, organizzata da  Barbara e Sandra, ospitata questo mese dalla carissima Terry!




A presto!!

Silvia

58 commenti:

  1. Dire che è bella sarebbe poco, si vede che è morbidissima :)
    Un bacione :)

    RispondiElimina
  2. Questo è un capolavoro, altroche i miei cornetti!! Troppo brava Silvietta! Un bacione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Letizia, allora facciamo che io ti do una bella fetta di questa e mi prendo un tuo cornetto, scommetto che siamo pari!! Un abbraccio!!

      S.

      Elimina
  3. Direi che con questa treccia non potevi non essere consolata dopo tutto quello che hai passato. Purtroppo ci sono anche giorni neri come queste, ma alla fine importante che finisce tutto e si può passare oltre. Una fettina di questa treccia brioche ne mangerei anche io molto volentieri. E' venuta molto soffice e hai avuto che lei una bella consolazione ! Un abbraccio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia!! Si, un po' di sfighe ma alla fine per fortuna è arrivato il Lunedì!!
      Un abbraccio!!

      S.

      Elimina
  4. Eddaiiiii ma voglio vedere le due foto superstiteeeeee. ...comunque sto periodo è sfigato pure un po per me, ma continuo dritta per la mia strada....recidiva?può essere ma sempre a testa alta, così non inciampo ed assaggio la brioche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, arriveranno!! Ne nevo sistemare ancora una!!
      Tanto innervosirsi non serve a nulla, la sfiga non si combatte!!
      Grazie e buona giornata!!

      S.

      Elimina
  5. Ha un bellissimo aspetto!
    Ciao Silvia
    Tiziana

    RispondiElimina
  6. Mamma mia Silvia!!! Che fine settimana atroce!!! Comunque è proprio vero quando inizia ad andare storto qualcosa... poi è un continuo... Peccato per gli asparagi: il vetro è micidiale. Meno male che questa brioche è venuta così perfetta!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, a ripensarci mi viene da ridere ma lì per lì non ci potevo credere!!
      Purtroppo non avevo il coraggio di lavarli, non mi fidavo, era proprio polvere di vetro!!
      Grazie Vanessa!!
      Un bacione!!

      S.

      Elimina
  7. Silvia che bel weekend....dai che il prossimo andrà sicuramente meglio!!!!!!
    Con una brioche così verrei volentieri a fare colazione da te!!! Un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero proprio Simo!!! Questo è stato un po' tragicomico!!
      Grazie cara!! Un bacione e buona giornata anche a te!!

      S.

      Elimina
  8. Voilà une superbe brioche qui console de toutes les mésaventures.
    Je te pique une grosse tranche.
    A bientôt

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oui Nadji!!!
      Merci beaucoup et bonne soirèe!!

      S.

      Elimina
  9. Ecco, in giornate come quelle io preferisco chiudere gli occhi e svegliarmi mesi dopo, ahahahahahahah. Certo è che poi, questa preparazione, ti è venuta una favola!! Guarda qui che nuvola!! Sofficissima e fragrantissima!! Complimenti per la pazienza e, l'assaggio mi darebbe ragione, per la meraviglia di treccia sfornata :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari, e invece mi è toccato sorbirmele tutte!!
      Ma ci rido su da morire perché sono arrivate una dietro l' altra!!
      Grazie Erica!! Un bacioneeeee!!

      S.

      Elimina
  10. ci sono giornate storte, e non ci si può fare proprio niente.. però una bella fetta di dolce aiuta a raddrizzarla un pò.. questa tua treccia è a dir poco golosissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, infatti, non so come sia possibile sia scampata alla rovina!
      Grazie e un abbraccio!!

      S.

      Elimina
  11. Guarda, non ti racconto nemmeno le mie dell'ultimo mese, sarebbe troppo lungo :-D ma vedo che anche tu sei messa bene :-D Anche io in passato qualche disavventura con le onde l'ho avuta, non ti dico che paura...meno male che almeno la brioche è salva! :-D

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, la brioche era il meno, meno male che la macchina fotografica è salva!!!
      Sarei davvero morta dalla rabbia!!
      Grazie e buona serata!!

      S.

      Elimina
  12. Oh mamma!!!
    Silvietta cara, altro che sabato Santo!!!! :-))))))))))

    Ho letto il tuo racconto tutto d'un fiato e non oso immaginare alla fatica che hai dovuto fare per tenere ferma la mano che avrebbe "schiacciato di nuovo l' ordigno fine di mondo!!"
    Ma ci sono le giornate fatte così!
    Quelle in cui tutto sembra remarti contro!
    Però per fortuna poi passano.... :-DDDD

    Quanto al tuo post, io non sono affatto dispiaciuta di trovare questa brioche superlativa, anche perché hai usato le mie farine preferite ;-) che però mi ostino ad usare solamente per il pane!!
    Devo provarle in un impasto dolce e questa treccia mi pare proprio perfetta, anche se ho finito tutta la mia marmellata di arance...
    E, a proposito, infinitamente grazie per averla provata e per avermi linkata :-)))
    Sono contenta ti sia piaciuta e che hai aggiunto la nota profumata della vaniglia!

    Bacio grande e a presto! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, tanto non ci si può fare nulla!! Bisogna evitare qualunque attività, chiamare la pizza a domicilio, magari farla chiamare dal marito nel caso si ha paura che l' ondata di sfiga si rivolti sul portapizze, e mettere la sveglia tardissimo il mattino dopo!!!
      Sarei dovuta passare io ma ho avuto una giornata un po' piena e apro il blog ora da stamattina alle 8!!!
      Grazie a te, adoro questa marmellata, ha reso la brioche davvero splendida!!
      Un abbraccio e buona serata!!!

      S.

      Elimina
  13. Ciao Silvia, caspiterina te la sei tirata tutta addosso! Non ce ne doveva essere in giro nemmeno un grammo per chiunque altro ;) Scherzi a parte, come stai? Passato il torcicollo? Io comunque aspetto le foto, sai che mi fido di te. E in effetti guarda che meraviglia di dolce prepari, nonostante il sabato santo... Ma capita sai, anche a me. Quando proprio non ne infilo una giusta nemmeno per caso... bacione, fammi sapere di te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, ha fatto tutto lei!!!
      Ho ancora qualche strascico ma tutto bene!! Si si, una è veramente uno schianto, una è molto carina e l' altra la sistemo in queste sere!!
      Hai detto bene, nemmeno per caso!!
      Un bacione Carla e grazieeeee!!

      S.

      Elimina
  14. Ti confesso che non sapevo se ridere o piangere: che incubo, porcazza miseriaccia!!! Mi spiace tanto per le disavventure ma capitano le giornate così di m ... dove qualsiasi cosa fai, va storta! Fortuna che questa brioche invece è andata drittissima! E meno male che avevi paura che la tua pm non fosse in forma ahahahahhh. Brava Silvietta, è semplicemente meravigliosa! Anche io conosco bene la marmellata di arancia di Emmeti e con la vaniglia deve essere ancora più speciale. Graize mille per avermi donato questa ricetta alla raccolta. Certo, questa ci sta benissimo anche a fette, per dolce su un bel prato. Ti abbraccio tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ridi Terry perché sembra una giornata di Mr Bean!!!
      Si, ha lavorato bene però nel we le faccio comunque un trattamento risanante, se lo merita!!
      Grazie Terry, vero che la marmellata di Emmettì è splendida???
      Un bacione grandissimo!!!

      S.

      Elimina
  15. accidenti che...........devo ridere????meno male che dopo tutto qualcosa sei riuscita a concludere ed e' un bellissimo dolce, brava!!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Sabry, ridi perchè ci vuole un po' di autoironia in quelle giornate!!!
      Un abbraccio e grazie mille!!

      S.

      Elimina
  16. hai fatto un ottimo lavoro, è strepitosa davvero!!! Brava ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Valentina!!!
      Buona serata!!

      S.

      Elimina
  17. Silvia ma un cornetto rosso, no? ^_-
    Dai speriamo che la sfiga ormai si sia esaurita e credo che cominciare la giornata con questa splendida treccia possa solo attirare cose belle! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosita!! Altro che cornetto, ce ne voleva un grappolo!!!
      Un bacioneeee!!

      S.

      Elimina
  18. Oh mamma, Silvietta mia ho patito con te U.U ma che catastrofi, una dietro l'altra :-(
    Meno male che ala fine due foto le hai portate a casa e questo panbriosce ha saputo coccolarti!
    Non vedo l'ora di vederlo questo "dannato" tramonto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro direi sfighe belle e buone!!
      Grazie Consuelo!! Pazientate ancora qualche giorno e poi vi mostrerò il battutissimo scoglio di Riva Trigoso!!!
      Un abbraccio!!

      S.

      Elimina
  19. capitano le giornate storte dopo tutto va male dai più piccoli dettagli e sulla rottura di un coperchiod i vetro ne so qualcosa visto che da piccola sono finita al pronto per schegge varie.ma questa brioche è perfetta e ti riappacifica con il mondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, mi è dispiaciuto tantissimo per gli asparagi, era davvero un bel bottino, sigh!!
      Grazie Lucy!!
      Buona giornata!!

      S.

      Elimina
  20. mi spiace per il destino contro di te, ma io il tuo dolce bello, morbido, profumato e delizioso me lo becco più che volentieri Silvia!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, ma certo Elena, e meno male che c'era quello a ricordarmi che le cose possono andare anche bene!!
      Grazie e un bacione!! Buon we!!

      S.

      Elimina
  21. eh eh eh...cara Silvia..giornate così sono capitate anche a me ultimamente...che palle....che saranno ? congiunzioni astrali sbagliate ?? ahahah !
    Comunque, posso dire una cosa ?? mi dispiace per i tuoi asparagi, ma questa brioche è super...:P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sfiga, ecco cos'è!! Siamo tanti al mondo e quella gira, prima o poi becca tutti!!!
      Grazie e goditi il we!!
      Un bacione!!

      S.

      Elimina
  22. Ciao bella, stamattina mi sono fatta quattro ore di lezione a lavagna alla scuola infermieri, e quando sono tornata mi sono schiantata sul letto, con il risultato che non ho concluso niente. Domattina devo già uscire e perciò domani pomeriggio penso che starò in casa a fare qualcosa. Nella prossima settimana dovrei essere più libera, ti mando un messaggio in chat appena identifico il tempo per un possibile ape. Che ne dici? Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va benissimo!! Un bacione e se cambi idea, fai un trillo!!
      Un bacione!!

      S.

      Elimina
  23. Che weekend, quasi da incubo, meno male che tutto si è risolto per il meglio! Questa brioche invece è un sogno! Anche io in questi giorni mi sto gustando la marmellata di arance fatta con mia mamma, buonissima :P La prossima volta proviamo anche noi la vaniglia dato che la adoriamo :) Quindi complimenti per la brioche, grazie per il suggerimento della vaniglia e...un abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice!! E' scampata al delirio!!
      La vaniglia secondo me ci sta una favola, troppo buona!!
      Un bacione e buona serata!!

      S.

      Elimina
  24. guarda io invece ieri ho avuto una giornata fra le peggiori mai capitate...pensa che ho perso pure le cvhiavi di casa, è tutto dire!!!!!!!!!!
    ...però questa treccia è assolutamente perfetta....roesce a mettere chiunque in pace col mondo amica mia!
    Bacioni e buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma allora non è Aprile dolce dormire!! E' Aprile dolce patire!!
      Mamma mia che serie di sfigacce tra tutti!!!
      Grazie cara, infatti la rifarò presto, me ne sono innamorata e ho ancora 3 vasetti di deliziosa marmellata che aspettano una fine decorosa!!
      Un bacione e buona Domenica!

      S.

      Elimina
  25. Ciao Silvia, mi dispiace molto per tutte queste disavventure ma sai che mi hai fatto sorridere...stile nuvoletta alla Fantozzi! Comunque questa delizia devo proprio provarla, com'è sofficiosa!!! Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si, a fine giornata Domenica l' ho vista con i miei occhi allontanarsi!!!
      Grazie, si, è davvero sofficissima!!
      Buona Domenica anche a te!!

      S.

      Elimina
  26. Tu saprai sicuramente che i cornetti rossi per portare fortuna non vanno comprati ma devono essere regalati...ed allora dolce Fantozzi io virtualemnte te ne regalo uno! <3
    deliziosa la tua treccia mi piacerebbe tanto poter allungare la mano e rubarne una fetta!
    Baci e buona domenica
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice!! Lo accetto con gioia!!
      Un bacione e buona Domenica anche a te!!

      S.

      Elimina
  27. Lo so che è bruttissimo ridere in queste occasioni, ma credo sia più per la disperazione cercando di immaginarti in quelle situazioni (che se comunque può consolarti possono succedere a tutti!!!).
    Certo ti sei consolata alla grande ed hai fatto benissimo!!!
    BUona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, ma no, si può benissimo ridere, anzi, si deve!! Alla fine non è successo nulla di grave, solo tanta sfiga!!!
      Grazie e buona giornata!!

      S.

      Elimina
  28. Silvia, mi hai fatto morire con questo post!! finalmente riesco a dirtelo! ché io ti leggo sempre, ma spesso dal cellulare e da lì non riesco a scrivere due righe in croce ché il t9 scrive quello che vuole e io sono cecata non posso correggere, e quindi mi escono fuori delle cose inenarrabili :))))))
    mi sono troppo divertita! e non per sadismo, che rido delle disgrazie altrui, ma perché mi sembrava di leggere qualcosa accaduta a me, che oltre ad essere svalvolata, ne combino di ogni! soprattutto quando sono impegnata nelle cose "serie"! ecco, quello è il momento dei disastri peggiori!
    quindi grazie, grazie, grazie per aver condiviso con noi quella onda malefica!
    oltre ovviamente alla tua meravigliosa treccia!
    un bacione :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda, non preoccuparti, anzi ridi pure, perché a ripensarci e a rileggere questo post mi faccio tante grasse risate pure io!!!
      Si, è vero, nelle cose serie è ancora peggio, e mi è andata bene perché avrei potuto rovinare l' attrezzatura fotografica con una nonchalance da manuale!!!
      Grazie mille Tamara, un bacione!!

      S.

      Elimina

Sappiate che verrò a trovarvi, qualunque commento mi lascerete non passerà inosservato, però per favore non chiedetemi di seguirvi solo per ricambiare, lo farò spontaneamente se il vostro blog mi interessa davvero!! Non dimenticate di firmare i commenti che lasciate, sono più contenta se rispondo ad un nome e non ad un "anonimo" !!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...