giovedì 20 ottobre 2016

Spaghetti alla Chitarra con Farina di Grano Arso con Porcini e Porro





Ciao a tutti!!
Purtroppo vedo che la sfiga dell' anno bisestile non tocca solo la mia famiglia ma anche quelle acquisite!!
Dopo il tetto scoperchiato ai suoceri, ieri sera hanno portato al pronto soccorso mio marito che si è fatto male sul lavoro, niente di grave per fortuna ma c'è mancato un centimetro che si tranciasse un dito, ma siamo senza un pezzo di polpastrello e con un piede che per fortuna non è rotto ma per ora è inutilizzabile, gli è caduto addosso un peso bello tosto, gli è andata bene. Ieri sera, proprio mentre stavo scrivendo questa ricetta, mi ha chiamato mio marito dal lavoro e mi ha detto che si era fatto male, sono volata al pronto soccorso pensando di trovarlo senza un dito, mi hanno tranquillizzata subito e dopo le cure, i raggi e le analisi siamo tornati a casa,  non essendoci lo specialista della mano non potevano fare altro e stamattina siamo tornati all' ospedale per vedere se il dito aveva bisogno di un intervento chirurgico, nel caso ci fosse il tendine scoperto, ma per fortuna no, restano da fare le medicazioni. Ieri sera non potevo entrare mentre lo stavano curando ma stamattina sono entrata con lui per avere un' idea di cosa si tratta e di come fare, mah, è abbastanza raccapricciante ma alla fine con tutti i film splatter che ho visto posso farcela, speriamo guarisca in fretta, cioè, non troppo avanti, sarà una cosa lunga, è una brutta ferita e grande . . . e soprattutto è stata dura riportarlo a casa e tornare lì stamattina, abbiamo 4 piani di scale da fare e la mano inutilizzabile è dalla stessa parte del piede, anche le stampelle non gli danno molto aiuto nel camminare, ma quello guarirà con un po' di riposo e ghiaccio, per il dito ci vorrà un po', per ora la prognosi è 20 giorni . . .
Vabbè, spero arrivi presto il 31 Dicembre e sarà un ultimo dell' anno davvero atteso con gioia, nel frattempo ci rimbocchiamo le maniche e andiamo avanti, devo solo pensare che è andata bene, poteva essere una cosa gravissima e non lo è stata, è stato fortunato, e io pure . . . ma non voglio fare ulteriori approfondimenti e polemiche su come è successo qui, e ce ne sarebbero da fare a paginate . . .
E dato che il peggio è passato, almeno fino alla medicazione di domani, vi lascio questa pasta, preparata Sabato sera per la cena con i nostri amici, ho preparato degli spaghetti alla chitarra con semola di grano duro e il 10% di farina di grano arso, non ne ho messa di più perché è molto saporita e rischia di coprire il sapore dei funghi, non sia mai, sono quelli raccolti durante l' ultima campagna di caccia al porcino, quella che ci ha reso proprietari di un chilo e mezzo di bei "neri", buonissimi, belli sodi, perfetti, è stata una raccolta fortunatissima!!






Di solito faccio il sugo di funghi partendo da una base di aglio e prezzemolo ma ho voluto provarlo con il porro dato che avevo assaggiato già il porro con gli champignons e mi era piaciuto molto, devo dire che con il porcino è eccezionale!!
Ho arricchito la base con le erbe che mi ispirava ci stessero bene e ho creato un mix davvero godurioso, perfetto per la pasta con il grano arso, ben bilanciato ed equilibrato nei sapori.
Ah, se non avete la chitarra poco male, saranno perfetti anche dei classici taglierini o le fettuccine!!

Ma vediamo come prepararlo insieme!






Per la pasta (dose per 4 persone, considerando che ho cucinato un pasto completo)

270 g di semola di grano duro
30 g di farina di grano arso
150 g di acqua

Impastare le farine aggiungendo l' acqua poca per volta, dovrete ottenere un panetto malleabile ma che non sia troppo umido e non deve essere assolutamente appiccicoso. A seconda dell' assorbenza della farina potrete avere bisogno di più o meno acqua, io ho indicato le dosi che mi sono servite usando la semola biologica di marca Coop.
Una volta ottenuto il panetto, lasciatelo riposare coperto per circa un' oretta.
Passato il tempo necessario al riposo, tagliatene un pezzo e stendetelo a formare una striscia spessa circa 2 mm, potete usare la nonna papera o farlo con il mattarello, io questa volta ho usato la macchinetta passando un pezzetto di impasto a spessore massimo per tre volte, la seconda e terza ripiegandolo a metà, poi passandolo nella tacca succesiva e poi nella terzultima.
Fate questa operazione fino ad esaurimento del panetto.
Cospargete le strisce con semola e lasciatele almeno un' ora ad asciugare, vi faciliterà il taglio con la chitarra.
Una volta che si sono asciugate, appoggiate una striscia per volta sulla chitarra e passatevi sopra il mattarello ripetute volte, così da premere la pasta sulle corde e fare in modo che queste ultime, tagliandola, creino i vostri spaghetti che cadranno sulla base sottostante.
Riponete gli spaghetti su un vassoio cosparso di semola e spolverateli bene sempre con la semola. A questo punto potete o cuocerli subito o cuocerli il giorno dopo, la sola differenza sarà che quando sono secchi il giorno dopo ci vorrà qualche minuto in più di cottura!!






Per il condimento:

300 g di funghi porcini freschi
un porro di grandezza media
2 rametti di santoreggia
2 rametti di timo
1 rametto di rosmarino
4 bacche di ginepro
mezzo bicchiere di vino bianco secco
mezzo litro circa di brodo vegetale fatto con cipolla, carota, sedano e patata
sale, pepe, olio e.v.o.

Innanzitutto pulite i funghi sbucciando con un coltello la parte finale del gambo, quella più dura con ancora un po' di terra attaccata e con un panno inumidito pulite il gambo e il cappello dai residui di terra, non lavateli sotto l' acqua corrente perché tenderanno a diventare viscidi.
Tagliate sia il gambo che il cappello a pezzetti abbastanza piccoli e teneteli da parte.
Preparate un trito con le erbe aromatiche, timo, santoreggia e rosmarino, e schiacciate le bacche di ginepro.
Affettate sottilmente il porro e mettetelo a soffriggere delicatamente con 3-4 cucchiai di olio evo assieme al trito di erbe e al ginepro, io ho usato una casseruola di coccio, dona un sapore unico!!
Quando il porro è ammorbidito, aggiungetevi i funghi e saltateli per qualche minuto a fiamma vivace, sfumate con il vino e cuocete ancora a fiamma vivace per un  minuto, poi unite un paio di mestoli di brodo, un paio di pizzichi di sale, se il vostro brodo è già salato non aggiungeteli, e due "macinate" di pepe nero. Fate cuocere a fuoco dolce con il coperchio chiuso a parte uno spiffero per una ventina di minuti, aggiungendo un mestolo di brodo quando vedete che il sugo si sta asciugando.
Una volta pronto il sugo, cuocete per pochi minuti la pasta in acqua bollente salata, scolatela direttamente dalla pentola con il mestolo per prendere gli spaghetti e fatela saltare nella casseruola del sugo fino a che il condimento e la pasta non sono ben amalgamati.
Servite ben caldi e godeteveli tutti!!






Con questa ricetta partecipo al contest di BetullaLocanda 2 Camini , Il bosco in cucina!   




Buon we a tutti, noi staremo a casuccia, c'è bisogno di riposo e quiete dopo la tempesta di questi giorni!!


Silvia

34 commenti:

  1. Oddio Silvia, chissà che spavento. Mi dispiace tanto e spero che si riprenda presto. Certo deve essere difficile camminare con le stampelle con una mano fuori uso. Sono contenta che alla fine non sia comunque niente di grave. Mi raccomando coccolalo, anche in cucina.
    Questo piatto è uno spettacolo. La pasta sembra fantastica, mi piace l'idea del grano arso, non l'ho ancora mai provato nella pasta. Sui porcini non c'è niente da dire...superlativi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, anche perchè subito la cosa sembrava molto più grave, invece meno male non lo era, macchè, le stampelle non le usa, nemmeno una, la dovrebbe tenere con la mano ferita e non può!
      Si, lo coccolo eccome, domani cerco di recuperare sul soppalco tutte le cose le gli servono per farsi due lavoretti almeno si passa il tempo, il dito ferito è il medio della mano sinistra, quindi sono certa che si ingegnerà per usare bene le altre 9!
      Grazie Elena!
      Un abbraccio!

      S.

      Elimina
  2. Poverino, chissà che spavento per te e per lui! Spero che questo periodaccio passi in fretta!
    Per quanto riguarda la ricetta mi sembra semplicemente deliziosa!

    http://julesonthemoon.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero Giulia, è un periodo davvero sfigatissimo!!
      Grazie mille, buon we!!

      S.

      Elimina
  3. Sai che ieri sera ho letto su fb ma non immaginavo una cosa così grave; poverino davvero!!! Mi dispiace e spero non senta troppo dolore. Ne approfitterà per farsi coccolare un pochino di più dalla sua mogliettina. Avere un uomo malato in casa mette a dura prova il sistema nervoso di noi donne, perciò, armati di santa pazienza e speriamo si risolva tutto al più presto. Per quanto riguarda l'anno bisestile ci credi davvero? A casa mia sono quasi quattro anni che bisestile ahahahhhh. Ci scherzo sopra, lo sai come sono fatta. Secondo me l'anno non c'entra niente. E' che ci sono questi cicli negativi ... fortuna che passano e per quello che mi riguarda spero passi davvero in fretta. Credo che pazienza ne abbiamo portata abbastanza. Arrivo finalmente al piatto: squisito! La prossima volta proverò anche io a usare il porro come base, al posto di aglio e prezzemolo. Mi piace anche molto il misto di erbe aromatiche. Credo sia stato davvero un connubbio azzeccato! Buon fine settimana, cara Silvia. Ti abbraccio e mando un in bocca al lupo a tuo marito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, si, non è grave ma almeno per una settimana vedrai che non riuscirà a camminare e il dito ci vorranno si almeno 20 giorni, poi bisogna vedere se dopo quelli potrà comunque lavorare o dovrà fermarsi ancora un po', il suo lavoro è 100% manuale . . .
      Si Terry, ci credo davvero perchè se ti faccio l' elenco di tutte le cose che ci sono successe negli anni bisestili dall' 84 ad oggi ti vengono i capelli dritti, e se invece sono cicli, beh, orami si sono tarati sui 4 anni!! Per fortuna mio marito è tranquillissimo, cerca di fare da sè e mi chiede le cose proprio se non riesce, per il resto, mannaggia, lui è uno che aiuta in casa . . . si sentirà molto il suo stop!!
      Parlando della pasta invece ci sta benissimo anche lo scalogno, solo che avevo il porro ed ho usato quello, se non hai la santoreggia usa solo il timo, sono molto simili!
      Grazie carissima, si, non mancherò, na ha bisogno!!
      Un bacione e buon we!!

      S.

      Elimina
  4. Mi dispiace tantissimo Silvia :-( meno male che la cucina aiuta sempre a coccolarsi ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consu, si, ci coccoleremo molto!!
      Un abbraccio e buon we!!

      S.

      Elimina
  5. Silvia cara <3 Mi dispiace tanto per le varie sventure, purtroppo ci sono dei periodi in cui il mondo sembra avercela con noi... per fortuna passano! Che meraviglia questa pasta, ricordo di averla assaggiata simile in Puglia ma con un condimento di pomodoro. Che voglia mi hai fatto tornare! Un abbraccio e buon we :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Alice e spero pure in fretta!!
      In effetti la farina di grano arso è tipica della Puglia, con il pomodoro devo ancora provarla!!
      Grazie cara, un bacione e buon we!!

      S.

      Elimina
  6. Oh mamma silvia mi spiace, questo anno bisesto effettivamente sta portando un po' sfiga, per fortuna il peggio è stato evitato e ora speriamo che la ripresa vada bene! mille piattini buoni per lui, un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, vagoni di sfiga oserei dire!! Scherzi a parte siamo stati fortunatissimi, poteva essere un disastro . . .
      Grazie cara, un abbraccio stretto!
      Buon we!!

      S.

      Elimina
  7. Silvia cara, scusa il ritardo con cui arrivo qui, ma ho avuto una settimana un po' serrata...oddio, niente rispetto a tutto quel che è capitato a te e a tuo marito...per cui spero che vi aspetti qualche giorno di tranquilla convalescenza! per il resto ricetta strepitosa...sono entusiasta: 1. adoro gli spaghetti alla chitarra 2. adoro il grano arso 3. adoro i porcini! Grazie di cuore perchè è un'idea veramente autunnale e boscosa! Domani, con calma condivido su fb! Un bacione... p.s: anche io uso spesso la semola coop! eh eh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Betulla, e figurati, l' importante è che ti piaccia la ricetta!! Andiamo ogni anno per funghi, l' anno scorso siamo stati sfigatissimi, due porcini morti dal freddo e mangiucchiati dagli animaletti, quest' anno invece gran bottino!!
      Buon aserata e buon we!!

      S.

      Elimina
  8. Come mi dispiace Silvia! Per sdrammatizzare dico sempre che quando va tutto male, poi può solo andar meglio... Spero stia meglio, adesso che leggo il post.
    Ma sai che è capitata la stessa cosa anche a mio marito? Lui però ha perso mezza falange. Ricordo ancora quel periodo... In bocca al lupo per tutto.
    Ciao
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana!! Si, in effetti possiamo solo migliorare!!
      Inizia a sentire un po' meno male al piede ma ancora non lo riesce ad appoggiare e muovere, ci vuole pazienza, tra poco medichiamo il dito, quello è veramente doloroso . . .
      Caspita!! Altro che se è andata peggio, chissà che male, noi ripeto che siamo stati fortunati, c'è mancato un soffio per capitargli lo stesso . . .
      Grazie cara, un bacio e buon we!!

      S.

      Elimina
    2. In bocca al lupo ancora ;)

      Elimina
    3. Crepi!!!
      Grazie carissima!

      S.

      Elimina
  9. Mi spiace tanto cara, mando un grosso abbraccio a entrambi! E faccio i complimenti a te per questo primo piatto favoloso....
    Buon fine settimana!
    P.s: purtroppo in merito ai periodi di sfiga ne so qualcosa...ahimè....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, ce lo prendiamo tutto l' abbraccio, ma alla fine siamo una squadra quindi dove non arriva lui ci arrivo io!! Sono un po' stanca perchè devo andare dietro a tutto e già stamattina ho fatto 10000 cose ma va bene così, l' importante è che guarisca presto e gli passi il male!
      Un bacio cara, buon we!!

      S.

      Elimina
  10. bon rétablissement pour ton mari ton plat est très appétissant
    bonne soirée

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merci beaucoup Fimère!!
      J'espère qu'il va aller mieux bientôt!!
      Bonne soirèe!!

      S.

      Elimina
  11. Oh Silvietta bella, ma come mi dispaice leggere di questo brutto incidente per tuo marito... Chissà che spavento dev'esser stato per entrambi!! :-((
    Spero con tutto il cuore che tutto torni alla normalità nel più breve tempo possibile e che la fase di guarigione non sia troppo dolorosa!!!

    Non sai quanto ti ammiro, tesoro bello!
    Nonostante tutto quello che è successo, tu hai trovato anche del tempo da dedicare a noi con questo post e con questo piatto davvero strabiliante!
    Una signora pasta fatta a mano, sapientemente spiegata passo passo, ed un condimento pazzesco!
    Come non ringraziarti per tutto ciò??
    La tua forza e la tua energia spero mi contagino quanto prima!!!! :-)))))
    Oggi, più di qualsiasi altra volta, ti meriti un abbraccio strettissimo ed un bacio grande grande grande! :-**************************

    Buon tutto! Ma proprio tutto, tutto!!!!! ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella!! Che piacere che sei passata!! Si, uno spavento pazzesco, meno male che alla fine non è niente di grave, sarà una guarigione lunga quella del dito, ma almeno è intero . . . il piede oggi era ancora ko ma ha preso una botta pazzesca quindi ci sta . . . sta sgonfiando ma per rimettersi in piede ci vuole ancora un po'!
      Pensa che stavo scrivendo la ricetta quando mi ha telefonato e sono uscita di casa di corsa, poi il giorno, una volta tornati a casa, avevo voglia di raccontare . . . mi ha aiutato a scaricare la tensione! Abbiamo trovato il modo di fare le medicazioni senza soffrire troppo e questa è una cosa splendida, pensa che ha il polpastrello completamente senza pelle, sai che male?
      Vabbè dai, ti lascio che ho già scritto tantissimo, grazie mille per tutto, avrei voluto fare il passo passo con le foto durante la preparazione della pasta ma devo ancora organizzarmi, sono sempre in preda al marasma quando cucino, non ho tempo per le foto!!
      Un abbraccio carissima, in quanto ad energia, ecco, me ne arriva un bel po' quando passi tu!!
      Buona serata e buona settimana!!

      S.

      Elimina
  12. I nostri vecchi dicevamo... anno bisesto anno funesto! Hanno ragione. Mi dispiace per tuo marito so cosa vuol dire il polpastrello mi sono tranciata anch'io con la mandolina ma per fortuna non era tanto come il dolore e si è ripreso abbastanza..ci vuole molta pazienza e molte medicazioni :(. Mio marito gli si è sfilacciato quasi completamente il tendine di Achille ed eravano in vacanza in campeggio. 14 giorni a casa in gesso per calcificare invece dell'operazione che alla sua eta (79) sarebbe stata troppo dura e lunga. Come dice un amica avere un marito o uomo ammalato in casa è da...attingere dalle guide di sopravvivenza .. :) Ma noi siamo forti e brave.Bravissima tu che hai trovato la via per tutto, l'ho detto che siamo forti. Un augurio di cuore dai che ce la fcciamo...
    Bella ricetta il farina di grano arso da me ancora non si trova se chiedo mi guardano in modo strano... io prendo nota chissà. Buona giornata carissima un forte abbraccio e saluti al marito dagli una pacca per me. Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si, ma non lo dico per superstizione, la mia è statistica!! Ah ah, la mandolina è uno strumento pericoloso, ne so qualcosa, lui poveraccio ha sto dito che non riesce a guardarselo, gli fa troppo schifo, e in effetti non ha tutti i torti!! Cavolo, il tendine sfilacciato è una brutta roba, altro che manuale di sopravvivenza!!
      Si, sto cercando di fare i salti mortali ma oggi ha fatto un paio di passi, quindi vuol dire che ci siamo quasi, almeno per il piede! Siamo forti e soprattutto instancabili a quanto pare!!
      Io la farina di grano arso la compero su internet, sul sito di Tibiona, anche da noi non si trova nei negozi . . .
      Un bacione Edvige, grazie di cuore!!! Buona serata!!

      S.

      Elimina
  13. Guarda, è proprio vero che i guai vengono sempre assieme. L'importante è davvero che alla fine sono cose risolvibili quando poteva andare molto peggio. Meglio vedere il bicchiere mezzo pieno! Non immagino nemmeno lo spavento, suo e poi tuo.
    Per quanto riguarda la ricetta, quei porcini hanno avuto trattamento davvero speciale :-D Ricettina da leccarsi i baffi e pure il piatto :-)

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si guarda, è andata benissimo, vedoo il bicchiere mezzo pieno perchè lo è, poteva davvero essere una cosa gravissima, lui è stato eroico, aveva tanta di quella adrenalina in corpo che è sceso di piano, perchè era da solo in reparto, ed è andato a chiamare aiuto . . . pensa se le cose fossero andate peggio . . .
      Vabbè dai, non ci voglio pensare!!
      Grazie Fabio, si, la raccolta funghi è andata benissimo quest' anno . . . incredibile!!
      Buona serata!!

      S.

      Elimina
  14. Caspita, Silvia, mi dispiace per l'incidente, ho letto solo ora. Volendo guardare il lato positivo (come ti hanno gia' detto tante amiche e come tu stessa riconosci), e' andata bene e ci vorranno solo pazienza e costanza per uscirne fuori. Coraggio! Belle e di atmosfera le tue foto e immagino la bontà di quella pasta con i funghi nostrani. Una grandissima soddisfazione poter gustare quanto si e' raccolto.
    Un abbraccio e tanti auguri di buona convalescenza a tuo marito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eugenia! Si si, pazienza e costanza ma oggi il piede è migliorato, ancora lungi dal camminare ma almeno sta tornando alle dimensioni normali!! Il dito invece è un disastro ma tornerà normale pure lui prima o poi!
      Grazie cara, si, e poi erano proprio belli, sodi e polposi, perfetti!
      Un abbraccio e buona serata!!

      S.

      Elimina
  15. Mannaggia Silvia ci dispiace tanto per tuo marito..per fortuna la cucina ci aiuta a divagare con la mente e guarda qui che bel piatto ci hai proposto! Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, aiuta eccome, quando trovo il tempo ma stiamo migliorando quindi tengo duro!!
      Grazie e buon proseguimento di settimana!!

      S.

      Elimina

Sappiate che verrò a trovarvi, qualunque commento mi lascerete non passerà inosservato, però per favore non chiedetemi di seguirvi solo per ricambiare, lo farò spontaneamente se il vostro blog mi interessa davvero!! Non dimenticate di firmare i commenti che lasciate, sono più contenta se rispondo ad un nome e non ad un "anonimo" !!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...