venerdì 5 gennaio 2018

Zuppa di Ceci, Pomodori e Pane





Ciao a tutti!!
Sono tornata anche se con l' inganno, questa ricetta risale a qualche mese fa, poi è nato Pietro improvvisamente e mi sono rimaste da sistemare le foto, cosa che sono riuscita a fare solo in questo ultimo periodo!!
Ad ogni modo casca bene perché è un piatto nutriente ma leggero, un ottimo comfort food per il dopo feste, una zuppa che scalda il cuore, come piace dire a me!






La ricetta viene dal libro del bravissimo Ottolenghi, Plenty, un libro ricco di ricette vegetariane, ordinate per tipologia di vegetale e sempre molto saporite e fantasiose!!
Si, a volte reperire tutti gli ingredienti non è semplice ma in questo caso era tutto nella mia credenza e in frigo, quindi è stato un gioco da ragazzi!!
Io ho usato i ceci secchi ammollati e cotti a parte ma se volete fare prima potete usare i ceci in scatola, idem per i pomodori, lui usa i pelati, io avevo dei pomodori dei suoceri che andavano consumati e ho usato quelli!
Ma andiamo alla ricetta, facile, ricca di sapore, perfetta per l' inverno, che qui da noi non vuole arrivare, fa davvero ancora caldo e bello!!!






Per 4/6 porzioni

1 cipolla affettata
1 finocchio a pezzetti
2 carote sbucciate e tagliate prima nel senso della lunghezza e poi a tocchetti
2 gambi di sedano affettati
4 pomodori tagliati a pezzi o 400 g di pomodori pelati
250 ml di vino bianco
1 cucchiaio di origano
1 cucchiaio di prezzemolo
1 cucchiaio di foglie di timo
2 foglie di alloro
brodo di verdura, circa 1 litro
1 cucchiaino di zucchero
400 g di ceci cotti
sale, pepe, olio e.v.o.
pane raffermo, meglio una pagnotta rustica (io ho usato il mio pane con questa ricetta)
4 cucchiai di pesto (la ricetta per farlo in casa la trovate qui)






In una casseruola fare soffriggere la cipolla con il finocchio per circa 5 minuti, aggiungete il sedano e la carota e fare cuocere mescolando per circa 5 minuti, in modo che le verdure si inteneriscano appena.
Sfumate con il vino e  lasciate che evapori l' alcool, poi aggiungete i pomodori, le erbe, lo zucchero, il brodo, un po' di sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco lento per circa mezz' ora.
Nel frattempo condite le fette di pane con olio e sale e fatele tostare, tenetele poi da parte.
Aggiungete ora alla zuppa i ceci che avrete schiacciato in parte grossolanamente con una forchetta, mescolate bene e fate cuocere altri 5 minuti, aggiungete il pane tostato e lasciate sul fuoco altri 5 minuti.
Se serve aggiustate di sale e pepe, servite condendo la zuppa con un filo di olio e.v.o. a crudo e un cucchiaio di pesto.






Devo essere sincera che ero un po' scettica sul pesto ma ci sta molto bene, aggiunge una nota intensa al gusto corposo della zuppa! Nel libro c'è anche la ricetta del pesto ma non l'ho neppure guardata, sinceramente ho il mio e ho usato quello senza pensarci due volte!!






Allora, visto che il tempo che ho non è molto ed è già un miracolo essere arrivata alla fine del post, vi saluto e bacio tutti e vi auguro un anno nuovo speciale!!
A noi auguro che il nostro Pietro compia tre mesi il prima possibile, in realtà manca poco, dicono che i neonati dopo i 3 mesi si "stabilizzano" , la cosa mi inquieta comunque, perché non ti dicono che si tranquillizzano ma stabilizzano...e su quale livello?? E se si stabilizza sul piango tutto il giorno come più o meno ora?? Aiutoooooo!!! 
No dai, siamo fiduciosi, ditemi che quel stabilizzarsi è una buona cosa...vi pregooooooo!!!

Ci rivedremo qui non so quando ma spero non troppo in là, ad ogni modo cercherò di passare a farvi un saluto ogni volta che potrò!!

Buon proseguimento e buona Befana a tutti!!

Silvia

19 commenti:

  1. Silvia Cara, questa minestra che scalda il cuore fa proprio al caso nostro. La salvo e ne terrò presente quando, in queste fredde sere, abbiamo bisogno e voglia di scaldarci un pò di più. Tanti cari auguri per il tuo piccolo e un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da noi il freddo ancora non è arrivato, so invece che in tanti altri posti si, quindi una bella zuppa è in effetti quello che ci vuole!!
      Grazie e tanti auguri anche a voi!

      S.

      Elimina
  2. Che bello tornare a leggerti..immagino che mi troverò nella stessa situazione tra pochi mesi..ohi ohi!
    Golosissima la tua zuppa, Ottolenghi lo sto leggendo in questo periodo e mi affascina moltissimo la sua cucina e la scelta degli aromi ^_^
    A presto Silvietta <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah si, poi dipende quante persone hai intorno che ti aiutano, e più ne hai meglio è, io sono stata un po' sfortunata per una serie di eventi ma siamo quasi al fatidico terzo mese!!
      Anche a me piace molto Ottolenghi, davvero super!!
      Un abbraccio e riposati!!

      S.

      Elimina
  3. Eccola la nostra super mamminaaaa!!!! ❤
    Ciao Silvia, felicissima di leggerti!!
    :-DDDDDDDD
    E che meraviglia questa zuppa, col tuo pane poi...
    Ahahahahahahahahaha, hai fatto bene ad usare il "tuo" pesto e son certa che ha dato un tocco speciale ad una ricetta già meravigliosa!
    Grazie per averla condivisa e per aver dedicato a noi il tuo preziosissimo tempo di questo periodo.
    Un abbraccio stretto stretto a te ed un bacino dolcissimo a Pietro!
    Ciao tesoro, a presto!!! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima!!! Eh si, approfitto quando dorme o quando lo tiene mio marito, ma a volte vince comunque la stanchezza e preferisco riposare!!
      Grazie mille, un bacio grandissimo a te e a tutto il condominio!!
      Buon Anno!!

      S.

      Elimina
  4. Adoro le zuppe, questa è super, ricca, profumata, una vera squisitezza!
    Auguri per un sereno 2018 cara Silvia e un bacione a Pietro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima!
      Tanti auguri anche a voi!!

      S.

      Elimina
  5. Comincio dalla zuppa, molto buona e saporita, la proverò. Mi incuriosisce il mix di sapori; dai finocchi al pesto all'origano ... adoro comunque le minestre e le zuppe, perciò non c'è problema. Si, lo stabilizzarsi dovrebbe includere che si calma e smette di piangere. Ma tu sai che non siamo tutti uguali ma anzi unici e speciali. Quindi diciamo che te lo auguro con tutto il cuore e di sicuro sarà così. Non vorrai aver fatto uno dei pochi bimbi che vanno avanti a piangere all'infinito?? Te l'ho già detto ma te lo ripeto; armati di santa pazienza, dormi appena puoi e goditelo al 100%. Il tempo passa troppo in fretta e te lo ritroverai grande senza nemmeno accorgertene! Io domani inizio il nonna-sitteraggio a tempo pieno. So già che alla sera sarò morta. Comunque parliamo di un bambino di due anni e mezzo e di un altro di otto mesi! Entrambi bisognosi di cure e attenzioni. Fortuna che Christian va al nido fino a mezzogiorno e mia figlia dovrebbe arrivare poco dopo le cinque del pomeriggio. Perciò, da quell'ora, avrò il tempo per preparare il pranzo per il giorno dopo e dedicarmi a tutto il resto, blog compreso. Sempre se non sarò stanca morta, sai ormai c'ho nà certa ahahahah. Si tratta di fare un sacrificio fino a settembre, quando Christian andrà all'asilo e Gabriele al nido fino a mezzogiorno. Insomma sarà tutto più leggero. Del resto se non vi aiutano i nonni come fareste? Certo, ce la fareste lo stesso ma forse con più fatica. Come al solito ho scritto anche troppo! Ti abbraccio forte forte, alla prossima. Un bacino a Pietro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah cara, sono tanto sfogata che come minimo ho fatto un bambino che piangerá fino a sei anni!! No scherzo, spero di no!! Cavolo nonna super impegnata quest'anno, complimenti per l'energia, ma sono certa che sarai perfetta per tutti e due i cuccioli!! Poi quando vanno all'asilo è tutto più semplice, per Pietro se ne parlerà a Settembre, ancora non so come ci organizzeremo, io comunque devo tornare al lavoro quel mese!
      Ti mando un super bacio carissima! E uno ai cuccioli!!
      A presto e grazie delle tue parole, mi fa sempre piacere leggerle, ti sento vicina!!

      S.

      Elimina
  6. Ben arrivato Pietro e auguri per la neo mamma. Questa zuppa è favolosa, riscalda il corpo e coccola il palato. A chi non succede di non essere al passo nel condividere delle ricette, io ne ho parecchie rimaste indietro e non so se riuscirò mai a condividerle tutte, ma pazienza, si fa quello che si può e tu ora ne hai un bel da fare, ti capisco molto bene, io ho avuto solo 4 di piccolini che ora sono diventati ragazzi. Buon proseguimento e un abbraccio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie cara!! Urca, che mamma super sei, 4 sono belli impegnativi ma è anche vero che è bellissimo avere tanti fratelli!!
      Eh si, si fa quel che si può!!
      Un abbraccio e auguri!!

      S.

      Elimina
  7. ben tornata Silvia, anche se a sprazzi o per poco. Conosco quella sensazione del non avere tempo.... Un abbraccio e buon anno! Ciao, Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana!!
      Un abbraccio a te e buon proseguimento!!

      S.

      Elimina
  8. Ciao Silvia, dai non disperare, vedrai che si tranquillizzerà. E' normale che da piccolissimo pianga, il parto è un trauma anche per lui. Ed è anche normale che ci siano dei momenti in cui proprio non ne puoi più, ma pian piano andrà sempre meglio. che poi ti arriva a sei anni che neanche te ne sei accorta ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, ieri sera volevo scappare di casa all' ora di cena, poi più tardi si è addormentato da solo nel lettino senza una lacrima...è matto come un cavallo altro che!! Si, ne sono certa, ci vuole pazienza, sono così piccoli, il 22 fa tre mesi, spero gli passino le coliche, ha spesso male al pancino e lo innervosisce...
      Un bacione cara!! Buona settimana!!

      S.

      Elimina
  9. ciao silvia, aspettavo il tuo rientro post nascita di pietro! come va? ricetta di mesi fa ma attuale e per i miei gusti ottima, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara!! Eh si, stiamo bene anche se ancora un po' nel marasma, piano piano le cose migliorano ma quando sono da sola ho davvero poco tempo, Pietro è ancora piccolo e si diverte da solo per al massimo 10 minuti, poi si scoccia e richiede attenzioni!! Ma va bene così, piano piano tornerò più regolarmente!!
      Grazie amica, un bacione!!

      S.

      Elimina
  10. Ciao Silvietta, che piacere risentirti. Bisogna proprio che ti chiami, ma il mio tempo è dopo cena e penso di disturbare, magari è l'unico momento di quiete! Sono comunqque felice di sapere che tutto procede bene, nonostante pianti e pipì :) Vi abbraccio tutti con affetto a presto

    RispondiElimina

Sappiate che verrò a trovarvi, qualunque commento mi lascerete non passerà inosservato, però per favore non chiedetemi di seguirvi solo per ricambiare, lo farò spontaneamente se il vostro blog mi interessa davvero!! Non dimenticate di firmare i commenti che lasciate, sono più contenta se rispondo ad un nome e non ad un "anonimo" !!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...