mercoledì 1 giugno 2016

Torta della Nonna con Frolla Rustica





Ciao a tutti!! Eccomi di nuovo qui, a dire il vero questa ricetta non era in programma finisse qui ma dato che è riuscita in modo degno e ho trovato pure il tempo per fotografarla, eccola, in tutta la sua bontà!!
Questa torta è davvero tradizionale per definizione, la mitica torta della nonna, tutti la conoscono e tutti l' hanno mangiata almeno una volta e sicuramente tutti la amano!!

Ne esistono due versioni, una con il guscio di frolla e la crema all' interno e una dove la crema non è coperta dalla frolla ma il guscio è composto da un bello strato di pinoli tostati!! Deliziose entrambe!!
Nel blog ho una versione in monoporzioni di quella con la copertura ma una vera torta non l' avevo ancora preparata!!
Diciamo che lo spunto me l' ha dato la rivista Jamie Magazine di Maggio, contiene uno speciale sulle crostate, torta della nonna compresa, ce ne sono di stupende, io ne avevo puntata una con la frolla ai pistacchi, le fragole e la panna, poi mentre mio marito sfogliava la rivista, ebbene si, gli piacciono le foto e come rendono su quella carta, ruvida e opaca, gli ho chiesto di scegliere una crostata che gliel' avrei fatta. Ecco, ovvio che ha scelto la torta della nonna, la adora!!
E quindi mi sono messa all' opera per ricreare quella bellissima della rivista, e miracolosamente sono riuscita a renderla presentabile, ho seguito la ricetta alla lettera, i tempi di riposo e tutto ed è venuta benissimo, quasi identica, per me che sono una pasticciona cronica è stato un risultato incredibile, un successone!!
Ho variato la farina usata per la frolla, ho scelto una farina di tipo 2, setacciata insomma, così da avere una base un po' più rustica e contribuire allo smaltimento farine pre-estivo, e ho usato l' amido di mais invece della farina nella crema pasticcera. Il resto l' ho fatto uguale, la ricetta è davvero valida, i tempi e i modi di cottura sono perfetti, il guscio è rimasto ben cotto e bello croccante ma friabile, insomma, provatela se ancora non l' avete fatto, vi lascerà davvero soddisfatti!!






Per la pasta frolla alla mandorla:

90 g di burro a temperatura ambiente
80 g di zucchero a velo
1 uovo
25 g di farina di mandorle
220 g di farina di tipo 2 (se non l' avete usate pure una tradizionale farina 00)
1 pizzico di sale

Per la crema pasticcera:

350 ml di latte intero
50 g di tuorli (per me 3, erano ovette piccole)
65 g di zucchero
45 g di amido di mais
1/2 stecca di vaniglia
5 g di scorza di limone

Per la copertura:

100 g di pinoli
zucchero a velo

Iniziamo con il preparare la frolla:

Nella planetaria con il gancio a foglia mettere il burro, lo zucchero a velo, la farina di mandorle e l' uovo, iniziate ad amalgamare il tutto aggiungendo il sale e una parte di farina, aggiungete la rimanente parte e amalgamate bene finendo di impastare velocemente a mano per ottenere una palla liscia ed omogenea.
Mettete l' impasto tra due fogli di carta da forno e stendetelo a circa 3-4 mm di spessore. Mettetelo con la carta in frigo a rassodare per almeno un paio d' ore.

Poi prepariamo la crema pasticcera:

Portate ad ebollizione il latte con la stecca di vaniglia, in una ciotola montate i tuorli con lo zucchero, aggiungete l' amido facendo attenzione a non creare grumi e versatevi sopra il latte bollente a filo, mescolate sempre con la frusta per non creare grumi.
Riportate a bollore e cuocete sempre mescolando sino a che la crema non si sarà addensata e risulterà cotta, a questo punto spegnete il fuoco, unite la scorza di limone, mescolate bene per abbassare la temperatura della crema, mettetela in una ciotola coperta da pellicola, attenzione, la pellicola è meglio che sia a contatto con la superficie della crema in modo da non creare condensa e patine sulla crema,  fatela raffreddare così.






A questo punto andiamo ad assemblare il dolce e a cuocerlo.
Imburrate uno stampo da crostata da 22 cm di diametro, prendete la frolla dal frigo e foderatevi la teglia, io, non avendo lo stampo da crostata di quella dimensione, ne ho usato uno a cerniera, ho ritagliato prima il fondo, utilizzando lo stampo stesso per definire bene il bordo e poi il coltellino per tagliare il disco, ho posizionato il disco sul fondo dello stampo e poi ho ritagliato due strisce alte circa 3 cm per fare il bordo, premendole bene sul fondo del guscio mentre le posizionavo, in modo da farle aderire bene.
La frolla è molto fredda e dura dopo il riposo, quindi si riescono a ritagliare i pezzi con precisione!!
Mettete per altri 20 minuti la teglia con la frolla in frigo.
Passato questo tempo toglietela dal frigo e bucherellate con i rebbi di una forchetta il fondo della torta e posizionatevi un foglio di alluminio o di carta forno, versatevi sopra dei legumi secchi per evitare che la pasta si gonfi, cuocetela in forno ventilato a 160° per 25 minuti, io negli ultimi 7 minuti di cottura ho tolto i legumi e l' alluminio in modo che asciugasse bene anche il fondo.
Estraete la teglia dal forno e fate raffreddare la frolla, così rimarrà più croccante.
A questo punto versate la crema nel guscio e livellatela bene, cospargetela con i pinoli e reinfornatela sempre a 160° per 15 minuti e poi accendete il ventilato per altri 10 minuti, in modo da dare la tostata finale ai pinoli.
Una volta sfornata, aspettate che si freddi del tutto prima di toglierla dallo stampo.
Cospargetela con lo zucchero a velo solo quando è fredda.
A questo punto potete tagliarla, la crema sarà della consistenza giusta e otterrete delle fette perfette, se la tagliate quando è ancora tiepida sarà comunque buonissima ma rischiate lo spatascio!!









Che dire, un dolce riuscitissimo, anche se era per il marito, che ha apprezzato davvero tantissimo, ho dovuto sacrificarmi ed assaggiarla almeno tre volte per testarne la bontà!!
Perfetta per il dopo pasto ma anche per merenda o per colazione, si, io adoro mangiare queste torte con creme o anche i pasticcini per colazione, mi sa che è il momento in cui apprezzo maggiormente i dolci, io che amo di solito di più il salato!!

Buona settimana corta a tutti, noi andremo a passare qualche giorno in campagna nonostante il tempo sia piuttosto incerto, visto che il 3 non lavoriamo, spero che le ciliegie selvatiche del nostro albero siano pronte per la raccolta, ho proprio voglia di farci una bella confettura!!

A presto!!!


Silvia

40 commenti:

  1. Adoro la torta della nonna, ti è venuta benissimo.
    Non l'ho mai provata con la frolla rustica.
    Un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manu!! Io quando posso scelgo sempre farine meno raffinate e il risultato è ottimo!!
      Buon we!!

      S.

      Elimina
  2. E per fortuna che sei riuscita a fotografarla e a condividerla con noi, ci saremmo perse davvero una grande delizia!!! Bravissima!!! Buona giornata e buon 2 giugno!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mila, avevo un po' di tempo e mi sono divertita un po', poi se non avesse superato la prova assaggio non l' avrei pubblicata ma è andata benone quindi eccola qui!
      Buona festa anche a te e buona serata!

      S.

      Elimina
  3. Come tutti o come tanti adoro questa torta e questa versione così rustica mi stuzzica ancora di più.
    Il lungo ponte potrebbe essere un'ottima occasione per farla visto che resto a casa.
    Buon ponte !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, è un classicone ma è veramente super!!
      Si, è una bella occasione per sfornare un buon dolce, io invece andrò in campagna quindi il dolce a questo giro salta, ma mi rifarò!!
      Grazie carissima, buon ponte anche a te!!

      S.

      Elimina
  4. Ti confesso che tra fragola e panna e torta della nonna non avrei avuto dubbi neanche io a scegliere quella della nonna. Io la adoro, una delle crostate più buone in assoluto. Mi piace questa rivisitazione rustica della frolla, si deve sposare molto bene con la morbidezza della crema

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, dai, si ma la adoro anche io solo che se c'è un po' di frutta sono più contenta!! Si, è venuta molto bene, bella friabile comunque e con un buon sapore!
      Grazie Elena, buona festa e se lo fai buon ponte!!

      S.

      Elimina
  5. Ottima scelta, direi :-) la torta della nonna ha quella crema golosa e quel guscio di frolla friabile...è irresistibile! E ci credo che hai dovuto assaggiarla bene per poter valutare ;-) Bravissima Silvia, i tuoi scatti sono sempre meravigliosi <3 un abbraccio, Leti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leti, si, mio marito ama i dolci classici e questo è uno dei suoi preferiti, e come biasimarlo, in effetti è deliziosa!!
      Buona serata carissima, un abbraccio!!

      S.

      Elimina
  6. Silvia, altro che degno: questo risultato è a dir poco perfetto! Credo di non aver mai visto una torta della nonna più bella ed invitante di questa. Complimenti davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Giulia!! Mi fa davvero piacere, ammetto che ero da sola in casa, avevo tempo e mi sono impegnata un sacco per fare le cose precise, ne è valsa la pena, è vero che conta il sapore ma anche l' occhio vuole la sua parte!!
      Buona serata!!

      S.

      Elimina
  7. Anche mio marito adora questa torta e la tua versione (o meglio quella ispirata a Jamie) mi piace moltissimo e l'aspetto è strabiliante..perfetto in ogni sua sfaccettatura..complimenti cara e felice 2 giugno <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consu!!
      Si, la ricetta di base è molto valida e la scelta della farina non ha assolutamente compromesso la friabilità della frolla!
      Buona festa anche a te!!

      S.

      Elimina
  8. che bontà! deve essere squisita! buon 2 giugno ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucia!!
      Felice festa anche a te!

      S.

      Elimina
  9. che fortunello il maritino, davvero adorabile questa torta, bravissima!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, era almeno un anno che me la chiedeva, gliela dovevo fare!!
      Grazie Sabry!! Un bacione e buona festa domani!!

      S.

      Elimina
  10. Anche a mio marito piace la "torta della nonna". Mi sa che, un giorno o l'altro, provo a fargli questa versione; ho giusto una farina un po' grezza da consumare. Grazie dell'idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa frolla ha reso molto bene anche con questa farina più grezza, ci è piaciuta un sacco!!
      Grazie a te Eugenia!!
      Buona serata e buona festa!!

      S.

      Elimina
  11. Silvietta bella!!
    MA che meravigliaaaaaaaaaaaa!!!!
    Credo che quella della nonna sia la torta più coccolosa del mondo! E credo di non averne mai vista una bella come la tua!
    Davvero da rimanere con gli occhi appiccicati allo schermo, mentre le papille gustative viaggiano a mille immaginando il sapore della crema su quella frolla da sballo!! :-))))))
    Per fortuna che hai deciso di pubblicarla tesoro!
    Sarebbe stato davvero un gran peccato tenerla nascosta!!! :-)))
    E che bello che ci hai raccontato l'aneddoto della rivista e del marito! Grazie anche per questo!! :-)))

    Ti auguro un we lungo senza pioggia, in modo che potrai raccogliere le tue ciliegie sotto un bellissimo cielo con il sole splendente!
    E ti abbraccio forte! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii! Coccolosissima!! E infatti me la sono goduta anche io, solo tre fettine però, era per il marito e ho lasciato che se la mangiasse lui, magari poi passano anni prima che la rifaccia!!
      Grazie cara, mi sono impegnata un sacco, di solito faccio dei gran casini ma stavolta sono stata precisa, un miracolo!!!
      Il jamie magazine è l' unica rivista di cucina che sfoglia, se la guarda, gli piace proprio e io ma la rido!
      Lo spero sia soleggiato, ma guarda, anche se piovesse le ciliegie le voglio raccogliere lo stesso, sarebbe un po' complicato con la scala e il terreno bagnato ma ce la farò . . . sempre che non siano già tutte cadute per la pioggia . . . vedremo!!
      Ti abbraccio stretta anche io dolcissima condomina, e passa una buona festa anche tu!!

      S.

      Elimina
  12. Ciao Silvietta un saluto veloce prima della costa azzurra (e speriamo che sia azzurra davvero), dopo il sole delle Eolie questo tempo mi deprime particolarmente. Però la tua torta mi tira su!!!! Un bacione a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sarà Carla, vedrai che torna il bello!! E ci credo, qui è proprio una cappa nuvolosa, ma uffa!!
      Grazie cara, buona vacanza e a presto!!

      S.

      Elimina
  13. Sai che così non l'ho mai fatta? Io di solito faccio quella tradizionale, con la frolla sopra e sotto e la cottura con la crema. Ti è venuta davvero benissimo, perfetta direi. Io per la colazione preferisco i dolci secchi diciamo ma, da buona golosona, non disdegno niente quindi va benissimo anche questa ahaahahah Che ti devo dire? Sono troppo golosa, lo so. Dovrei darmi una regolata ... Bene, sono contenta non lavori questo fine settimana. Per la verità nemmeno io, Christian è al mare con i suoi genitori, che fanno il ponte anche loro e qiundi sono di riposo. Ti pare? Ho già organizzato un sacco di cose, compreso un corso con Giorilli a Brescia per domenica. Non vedo l'ora. E il tempo che faccia un pò quello che vuole, tanto hanno già dato brutto tempo fino a settimana prossima. E pace ... Un abbraccio tesoro e divertiti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io quando vivevo in Toscana le trovavo entrambe, mi piacciono entrambe le versioni, questa con tutti i pinoli tostati sopra è molto particolare, si sentono e danno un bello sprint al tutto!! Anche io a colazione mangio qualunque cosa, i pasticcini in particolare sarà che non li mangio mai ma quando capita mi sanno di colazione speciale!!!
      Si domani partiamo, oggi avevamo da fare le grandi pulizie, così poi ce ne andiamo e fino a Domenica sera la casa è splendente!! Allora goditi tutte le cose che hai organizzato, che bellezza il corso!! Si, anche su in campagna danno tempo bruttino ma pace, tanto ormai se aspetto il bel tempo per muovermi faccio le ragnatele!!
      Un bacione carissima, passa un buon we, divertiti e un bacione!

      S.

      Elimina
  14. io ne ho addocchiata una di jamie ma sono mille preparazioni, penso di rileggerla bene e semplificare, fatta da poco anche io e che dire? divina, semplice buona, bella, e poi il nome è troppo carino, torta della nonna, goditi la campagna, baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii, è carinissimo!! E' davvero buona, io voglio farne anche un' altra, vedo se il prox we riesco ad organizzarmi!! Me la sono giduta la campagna, non era troppo caldo ma un po' di sole è uscito, ciliegie purtroppo ancora zero, sono indietrissimo!!
      Un bacione Lilli, grazie e buona settimana!!

      S.

      Elimina
  15. tes photos donnent très envie ta tarte m'a l'air succulente
    bonne soirée

    RispondiElimina
  16. Ciao Silvia! IO ADORO QUESTA TORTA!!!! E' una delle mie preferite e ogni tanto la ripropongo. Se non fosse che ho sempre voglia di sperimentare cose nuove, questa è una di quelle torte che farei e rifarei continuamente.
    Buonisssssssima
    Ciao cara e buon fine settimana
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come non amarla!! Io per mio gusto amo di più le crostate con crema e frutta ma questa è una torta che sta davvero in pole position, è semplicissima ma favolosa!
      Un bacione Tiziana, grazie mille e buona settimana!!

      S.

      Elimina
  17. Io credo di essere una delle poche persone che non hanno mai nè assaggiato, nè fatto questa torta però adesso sono totalmente incuriosita, ingolosita, insomma la voglio fare presto. Segnata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero?? Allora devi correre ai ripari, è squisista, devi provarla!!
      Semplice nel gusto come i veri comfort food!! Te ne innamorerai!!
      Grazie carissima, buona serata!!

      S.

      Elimina
  18. Non riesco a proferir parola. Sono estasiata di fronte a tanta bellezza. Cerco di trasporre il sapore sul palato, immaginando anche che il mio stomaco non faccia i capricci, perché questa volta vorrebbe vincere la gola :D Sei magica Silvia.
    Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Erica!! Eh, è un dolce che ha tutto quello che può dare fastidio, frumento, latte, uova, io cerco di non abusare di creme e simili, preferisco preparare altri dolci ma questa volta ho voluto fare felice l' orco di casa!!
      Un bacione tesoro, grazie mille ancora e buona settimana!!

      S.

      Elimina
  19. buonaaaa! l'ho vista anch'io ma ci credi che ancora non ho sfogliato la rivista ma ho fatto solo una sfogliata al volo e saltando non so quante pagine! Pensavo di farla prima o poi e visto che mi confermi della bontà, la proporrò di sicuro! Ti abbraccio super forte Silvia! A presto e tanti kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Vivi, provala, è spiegata molto bene e viene benissimo, l' unica nota negativa è che non è indicata la dimensione della teglia, io ho scelto quella da 22 dopo aver visto la quantità di crema e frolla e andava bene!
      Un abbraccio forte Vivi, grazieeee!!!

      S.

      Elimina
  20. Mmmmmmm....sei troppo brava Silvia!!!! davvero super questa frolla rustica! Mi piace!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Irene, se ti piacciono le farine poco raffinate provala, sono certa che non ti deluderà!!
      Buona serata!!

      S.

      Elimina

Sappiate che verrò a trovarvi, qualunque commento mi lascerete non passerà inosservato, però per favore non chiedetemi di seguirvi solo per ricambiare, lo farò spontaneamente se il vostro blog mi interessa davvero!! Non dimenticate di firmare i commenti che lasciate, sono più contenta se rispondo ad un nome e non ad un "anonimo" !!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...